Home Economia e Lavoro

Font Size Changer

Mostra IP Utente


Warning: file_get_contents() [function.file-get-contents]: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.alfadixit.com/home/modules/mod_showip/browser.php on line 769

Warning: file_get_contents(http://api.hostip.info/?ip=54.81.8.73) [function.file-get-contents]: failed to open stream: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.alfadixit.com/home/modules/mod_showip/browser.php on line 769
Il tuo IP: 54.81.8.73
Hostname:
ec2-54-81-8-73.compute-1.amazonaws.com

Sistema Operativo: Search Bot
Browser: unknown unkno
Ubicazione:

Economia e Lavoro


Federmanager alla strenua difesa delle "pensioni d'oro" PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Agosto 2013 10:40
La lettera di un Manager al Presidente dei Dirigenti Egr. Dr. Ambrogioni (Federmanager) Le invio questa mia per trasmetterle qualche commento personale a proposito della lettera da Lei inviata a tutti gli associati Federmanager e diffusa anche attraverso alcune agenzie di stampa. La lettera esprime la contrarietà nei confronti del Governo ed in particolare del tentativo di tassare ulteriormente i redditi da lavoro eccedenti i novantamila euro, così come le cosiddette “pensioni d’oro”. Ora, mentre è del tutto condivisibile la tesi secondo la quale sulle tasse bisognerebbe doverosamente colpire evasori, elusori e tangentisti, piuttosto che i soliti onesti, diversa è la mia posizione sul tema delle pensioni. E’ noto infatti come...
 
Alluvione a Lipari. Ma perché lo stato dovrebbe pagare? PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Mercoledì 19 Settembre 2012 13:12
Si dice che non sia stata la pioggia a causare l’alluvione, bensì il comportamento umano. E allora che sia l’uomo ad assumersi le proprie responsabilità.

E’ vero, la recente alluvione a Lipari è stata causata da un evento eccezionale. Si è trattato infatti della ormai famosa “bomba d’acqua” che ciclicamente si abbatte qui e là sul nostro territorio un po’ per i cambiamenti climatici, un po’ per l’incuria dell’uomo. Ma a Lipari pare ci sia stata una variante non trascurabile che ha aggravato l’effetto della pioggia. Il pattume.

Dalle cronache dei giornali sembra infatti che montagne di detriti e rifiuti abbandonati da circa trent’anni nella discarica abusiva dell’Annunziata, abbiano costituto...
 
Dalla CGIL il solito “niet” PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Lunedì 26 Marzo 2012 08:52
La proposta di riforma del lavoro sta provocando tensioni e discussioni nel paese. Ma oltre le parole dobbiamo fare i conti con la realtà della deindustrializzazione che certo non aiuta.

Una netta chiusura, questa è stata la risposta della CGIL alla proposta di riforma del lavoro del governo Monti. Nonostante infatti i reiterati tentativi del ministro Fornero di pervenire ad un accordo condiviso fra le parti, nulla di nuovo ha solcato il cielo  della trattative. Come prevedibile, la CGIL non ha ammorbidito la sua posizione ribadendo la contrarietà a qualunque cambiamento in tema di lavoro, come del resto è sempre accaduto negli ultimi anni. Bisogna proprio che qualcuno gli dica che il muro di Berlino è già stato abbattuto da...
 
Sulla sentenza Thyssen Krupp PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Alfa CD   
Sabato 23 Aprile 2011 08:26
Sicurezza del lavoro, responsabilità sociale e delle aziende.

Sicuramente la sentenza è severa, molto severa. Da manager e, per giunta, con tutte le deleghe alla sicurezza, sono anche un po’ preoccupato. L’idea che un incidente, per quanto serio e grave, sia giudicato “doloso” mi sembra un po’ punitiva.  Questo è però il responso della corte di Torino sul caso Thyssen Krupp, che, per certi versi, ritengo  esemplare e sul quale, passato il clamore mediatico, mi sento di fare qualche  riflessione. Certamente negli ultimi anni abbiamo tutti preso maggior coscienza della centralità della persona e della sicurezza nella società e nell’industria.

Chi come me, ormai da anni, si occupa di operations  sa bene che, forse a...
 
E le stelle stanno a guardare PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Alfa CD   
Martedì 22 Marzo 2011 11:41
Non è purtroppo solo il titolo di un film ma anche il triste riassunto della situazione industriale di un paese lasciato alla deriva. Il nostro.

Egr. Sig. Carlo Chionna

Ho atteso qualche giorno affinchè calasse il polverone mediatico sollevato da quanto pubblicato sul Corriere, prima di inviarle questa mia, così tanto per scambiare qualche opinione da uomo della strada, quale sono.

Innanzitutto la ringrazio di cuore per l’urlo di dolore, finalmente reso pubblico, per una situazione di inaccettabile incuria in cui versa, non solo il settore della moda, ma l’industria italiana intera. Grazie per il coraggio della provocazione e per la passione alla vicenda che traspare da tutti i pori della pagina. Devo dirle che, pur essendo...
 
Il dovere al lavoro PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Alfa CD   
Sabato 05 Marzo 2011 11:31
Il caso Fiat ha sollevato discussioni e polemiche sui diritti dei lavoratori. Ma, parafrasando il detto “prima il dovere poi il piacere”,  dobbiamo riflettere sui doveri ai quali sottostare per averlo, il lavoro. Camusso e Landini permettendo si intende.

Marchionne ha finalmente sollevato il caso. Tutte questioni note si dirà, ma almeno l’eco questa volta è stata forte e per qualche sonnacchioso sindacalista anche inaspettata. Eppure, che il sistema  facesse acqua lo si poteva facilmente intuire da tempo leggendo i dati ufficiali degli istituti internazionali. Siamo agli ultimi posti per produttività del lavoro. Tanto per capirci in Italia un lavoratore medio lavora circa 1600 ore l’anno mentre negli USA 2000 e 2400 nei...
 
Lettera aperta di un gruppo di piccoli azionisti al Dr. Marchionne. Noi non ci stiamo. PDF Stampa E-mail
Scritto da Alfa CD   
Sabato 05 Marzo 2011 15:15
A seguito di alcune telefonate e opinioni raccolte in questi giorni riportiamo, per dovere di cronaca, una iniziativa in fase di studio da parte di un gruppo di piccoli azionisti Fiat. Teniamo a precisare che tale iniziativa non è ancora ufficiale.

Spett. Consiglio di amministrazione - Egr. Dr. Marchionne

In qualità di piccoli azionisti e obbligazionisti Fiat, benchè consci del fatto che il nostro voto non possa essere determinante per le scelte aziendali, ci sentiamo tuttavia in dovere di esprimere la nostra opinione sulle annunciate scelte aziendali, al fine di difendere al meglio gli interessi di quei risparmiatori che, credendo da sempre nel potenziale dell’azienda, hanno riposto con fiducia i loro risparmi nella...
 
E la Fiat va, .... in America PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Alfa CD   
Giovedì 31 Marzo 2011 21:09
Purtroppo sarà inevitabile. Marchionne lo ha già fatto trasparire ad una convention USA dei mesi scorsi mentre, a seguito di una nota Reuters della scorsa settimana sull'argomento, ci si è trincerati dietro un laconico “nulla è deciso” ma si è anche aggiunto che “due entità legali che coesistono, quotate in due mercati diversi, porranno evidentemente una questione di governace”. Intanto la fusione fra Fiat e Chrysler potrebbe essere questione di poco, forse entro l’anno a seguito della restituzione del prestito concesso dal Governo USA. Si sta lavorando con Goldman Sachs, Morgan Stanely e con investitori interessati all’operazione ed inoltre si vocifera di una quotazione in borsa di Ferrari. Nei prossimi anni questa...